Gli abitanti del Sesia: la trota Marmorata

È il turno adesso della regina del fiume: la trota marmorata.

Trota marmorata (Salmo trutta marmoratus)

trota_marmorata

A differenza della trota fario, che è un morfotipo (ossia la varietà che si adattata ad un certo tipo di ambiente, in questo caso il torrente), la trota marmorata è una vera e proprio sottospecie di salmo trutta.
Ciò che la caratterizza, e che le dà il nome, è la marmoreggiatura più chiara che si estende su tutto il corpo di colore che va dal giallo al grigio scuro.
La convivenza tra la marmorata e la fario porta alla nascita di ibridi, la cui livrea è caratterizzata dalla compresenza della marmoreggiatura, dei puntini rossi e della macchia nera opercolare.

ibrido_marmo_fario
                                                                 Ibrido tra trota marmorata e trota fario

Nel fiume Sesia, nelle acque a prevalenza di fario, la marmorata compare sporadicamente, e scendendo a valle aumentano sempre più gli esemplari ibridi. Dopo Varallo Sesia marmorate e ibridi prendono il sopravvento, diventando la specie più presente.

Gli esemplari giovani, quelli quindi di taglia più modesta, si nutrono principalmente di invertebrati, mentre gli esemplari adulti, che amano le acque profonde ed i rifugi, prediligono un regime alimentare ittiofago. È quindi lo spinning, con esche artificiali, la tecnica più adatta ad insidiare la trota marmorata.

Visite:

(476)