Riflessione sulla modalità di immissione delle trote in Sesia

Come già annunciato nell’articolo dell’apertura, vorrei esprimere un brevissimo parere personale circa l’immissione di trote nel fiume Sesia.

Non so se funzioni così anche negli altri corsi d’acqua, comunque qui l’immissione di circa 750 kg di trote iridee è stata effettuata, in diversi spot, sabato 21 febbraio, vale a dire il giorno prima dell’apertura. Tralasciando il fatto che le trote immesse siano iridee, e non fario, sul quale non mi trovo d’accordo, il punto sul quale vorrei insistere è quello della data. Trattandosi di trote di allevamento, è difficile che si ambientino sin da subito, e questo cosa comporta? Semplicemente che il primo giorno la maggior parte di loro è stata pescata (e portata a casa), così che dopo l’apertura il fiume è risultato nuovamente svuotato (come dimostra la mia seconda uscita, della quale non scriverò, che è valsa un cappotto non solo a me, ma anche a tutti i pescatori incontrati). Quindi mi chiedo: è così difficile fare queste immissioni 1-2 settimane prima dell’apertura, così da permettere a queste trote di ambientarsi, di “inselvatichirsi” e di spargersi lungo tutto il corso del fiume? Personalmente credo sia questa la soluzione migliore, certo diminuirebbe il numero di catture al giorno dell’apertura, ma al contempo sarebbe più probabile incontrare ancora trote nei giorni e nelle settimane successive, cosa questa che di certo non guasta.

Visite:

(1281)

5 thoughts on “Riflessione sulla modalità di immissione delle trote in Sesia

  1. D’altronde,come si dice,devono accontentare un’pò tutti…Quelli che pescano con il permesso con catture ,almeno quì da noi,se non gli fai trovare il pesce,l’anno successivo non rinnovano più la licenza…E senza rinnovo non entrano più soldi e non riescono più a garantire nessun piano semina (nemmeno di novellame)…Le rare volte che vado a pescare nel fiume di fondovalle cerco,se possibile,di insidiare le vecchie fario lasciando perdere il pollame iridea..quindi orari serali,pesca a pochi metri da riva,montature diverse a seconda dell’acqua e le fario quasi sempre arrivano…:)Faccio pure il volontariato,aiuto a seminare i torrenti di montagna (solo fario) e cerco di coltivarli per bene…se trovo iridee di misura le porto via,ma non perchè desidero mangiarmele,perchè in quei posti lì non ci dovrebbero stare (quindi operazione di sfoltimento)mentre le fario cerco di preservarle…Riguardo ad aironi e cormorani,beh,lasciamo perdere!Se ne vuoi alcuni te li regalo,ce ne sono a centinaia!! 🙁

      1. Io risiedo in Valchiavenna..pesco nel fiume Mera e qualche volta nel fiume Adda…anche se prediligo i riali di montagna,specie la Val Bodengo,dove effettuo anche i ripopolamenti…Ho fatto anche il guardiapesca volontario per un anno…Solo che le guardie non possono intraprendere attività pescatorie in acque libere…E allora sono tornato “civile”.. 🙂

  2. Ciao,guarda ti dirò la mia..Anche dalle mie parti immettono le iridee pronto pesca nel fiume di fondovalle,e neanche poche,circa 270 quintali nell’arco della stagione..Pure quì solo qualche giorno prima…Sul fatto che non immettano fario pronto pesca forse è anche meglio perchè hanno un costo decisamente più elevato e non è detto che la maggior parte si salvi.Se le iridee sono “stupidotte” e in pochi giorni se le portano a casa,le fario sono un’pò più sgaine ma ricordiamoci che se si pesca a spinning con i rotanti/artificiali pure loro avrebbero vita breve in quanto le fario “corrono” di più dell’iridea…E dunque credo che in poco tempo ripulirebbero pure quelle.La fario va immessa piccola 4-5cm,poi vedi che si inselvatichisce a dovere…Comunque anche qua ripuliscono tutto in pochi giorni e finite le iridee sono costretti ad attendere una nuova semina..o a cercare le fario “vecchie”..ma quelle,ahimè,sono ostiche da prendere!

    1. Sì, sostanzialmente sono d’accordo con te, ma a pescare così in fiume c’è davvero poco gusto…se voglio le trote pollo me le vado a cercare al laghetto.
      Comunque qui in Sesia verso aprile/maggio dovrebbe essere prevista l’immissione di avannotti di fario, c’è solo da sperare che cormorani e cenerini non se li portino tutti via.

Comments are closed.