Trota in torrente: pesca alla passata

Tocca adesso alla più classica e conosciuta delle tecniche, la passata.

Pesca alla passata

È forse la tecnica più usata, soprattutto per la sua versatilità e la sua semplicità. Non serve infatti grande esperienza per mettere in pratica la pesca alla passata, tecnica ideale quindi per i neofiti, e soprattutto è una pesca che ci permette di insidiare praticamente tutte le specie che abitano le nostre acque.

pesca_passata

La montatura base è costituita da galleggiante, piombi, girella ed amo, ma le variazioni sul tema sono molte, e vanno scelte in base al tipo di acqua nel quale si andrà a pescare.
In caso di corrente lenta, è consigliata a montatura 1: è fondamentale che il peso sia ben distribuita lungo tutta la lenza, con una componente di piombatura anche vicino all’amo.
Quando invece la corrente è più veloce, senza dubbio è meglio optare per la montatura 2: in questo caso la piombatura deve essere più alta, lasciando il finale libero di muoversi secondo corrente. Nel disegno i piombini sono raggruppati, ma è possibile anche montarli a scalare o addirittura usare una singola olivetta scorrevole più pesante.
La montatura che uso è leggermente diversa, ed è quella contraddistinta dal numero 3: ai piombini preferisco le mie amate olivette da montagna (una o due in base al peso del galleggiante), che posiziono ad una distanza dall’amo che si adatti alle condizioni dell’acqua.
La tecnica della pesca alla passata è decisamente più efficacie se si fa passare l’esca radente al fondo, e per fare in modo che ciò accada esiste un accessorio molto utile: la sonda. Questo aggeggio consiste in un piombo da agganciare all’amo e da lanciare in acqua. Questo porterà la nostra lenza sul fondo, e man mano si dovrà regolare il galleggiante fino alla giusta posizione (ovviamente se si conosce già la profondità dell’acqua la sonda perde di utilità).
Proprio perché questa tecnica è adatta a tutti i tipi di pesci, non esiste un esca più adatta: il boccone si adatterà alla preda che si vuole catturare.

Visite:

(1933)