Italian River Monsters: la Regina del fiume

Ad uno come me, che vive di River Monsters (il programma distribuito da Discovery e condotto dal biologo Jeremy Wade che si trova sempre faccia a faccia con veri e propri mostri d’acqua dolce, per intenderci), leggere in giro di grossi pesci catturati nelle acque interne della nostra penisola non può che stuzzicare la fantasia.
Ho deciso quindi di iniziare questa nuova rubrica, che si occuperà per l’appunto di riportare tutte le più grandi catture d’Italia. Si comincia!

La Regina del Fiume

Da quale pesce iniziare se non dal mio preferito, la trota marmorata!
Per essere subito chiari, è stato difficile per me trovare quale sia stata la più grossa mai catturata nel nostro Paese, quindi ho deciso di riferirvi diverse catture, tutte comunque di dimensione notevole.
Ad iniziare, eccovi Pietro Invernizzi, dell’Anonima cucchiaino catturare proprio sul Sesia questo bestione di 81 cm dal peso stimato superiore ai 6 kg. Qui sotto la foto, per lo splendido racconto della cattura vi rimando all’articolo originale.

A seguire, le due più grosse catture su suolo italiano delle quali son riuscito a trovare traccia: si tratta di un esemplare di 105 cm per 10 kg, pescato da Andrea Bolla nell’Adige, a Verona (questo l’articolo che ne parla), e di uno della stessa lunghezza, 105 cm, ma dal peso eccezionale di 14 kg, catturato sempre in Adige, a Chizzola, da Maurizio Martinelli (questa la notizia).

Vi segnalo anche questa cattura effettuata nel torrente Maira, presso Dronero, da Massimo Barbero: una trota marmorata di 85 cm per 9 kg di peso. Ecco il link alla fonte.

Per concludere, eccovi il record mondiale IGFA. La trota non è stata pescata in Italia, ma di nostrano c’è colui che è riuscito a pescarla: si tratta infatti di Maurizio Maule, fotografo originario del Veneto che è stato in grado di portare a riva una trota marmorata di 122 cm per 22,5 kg di peso, in un tratto del fiume Solca in quel di Tolmino (Slovenia), dopo che questa aveva abboccato, udite udite, alla sua mosca. Qui sotto un paio di foto, ma vi rimando al sito dell’Anonima Cucchiaino per l’intervista fatta proprio all’autore di questa cattura.

Visite:

(751)